F√©roce d’Avocat

Feroce d’avocat √® una specialit√† delle Indie occidentali francesi a base di baccal√†, avocado e manioca. Si chiama anche Guacamole delle Antille.

Il merluzzo, grigliato o in camicia, viene incorporato in una miscela di avocado, erba cipollina, prezzemolo e aglio e il tutto condito con peperoncino caraibico, chiamato anche habanero.

Perch√© questo piatto si chiama ‚Äúferoce‚ÄĚ?

Il termine feroce (“feroce” in francese) si riferisce alla forza della preparazione del peperoncino caraibico nella feroce d’avocat, ferocia da regolare in base alle singole papille gustative.

Analogamente ai terremoti e alla loro scala Richter, anche i peperoncini hanno la loro scala dal 1912. La scala è stata creata dal farmacologo americano Wilbur Scoville che ha nutrito le sue cavie con purea di peperoncino puro diluito con acqua zuccherata. Da allora, la scala è stata chiamata scala di Scoville.

Perché i peperoncini sono così piccanti?

La sensazione di piccante sulle papille gustative è dovuta a un componente attivo chiamato capsaicina. Questa sostanza è presente in grandi quantità nei semi del peperoncino, ma anche in tutta la frutta e nelle coste. La sua concentrazione determina la piccantezza dei peperoncini.

Il pepe usato nella feroce d’avocat √® l’habanero e, sebbene non sia certamente il pi√Ļ piccante del mondo, generalmente si suggerisce di usare i guanti per maneggiarlo. Questo pepe √® cos√¨ piccante che il semplice tocco pu√≤ causare gravi ustioni alle mani.

La scala di Scoville, che dà la forza di un peperoncino, va da 0 (neutro) a 10 (esplosivo). Habanero è classificato come in fiamme.

SCOVILLE SCALA

0 Neutro 6 Infuriare
1 Dolce 7 Bruciando
2 Caldo 8 Torrido
3 Piccante 9 Vulcanico
4 Piccante 10 Esplosivo
5 Forte

Anche se può sembrare terrificante, la verità è che questo tipo di ustione in bocca non è pericoloso, ma a volte può diventare sgradevole. Naturalmente, questo dipende principalmente dalla capacità di ogni persona di sopportare diversi livelli di calore.

Una cosa che di solito viene consigliata quando si mangiano i peperoncini √® che non √® necessario sciacquarsi la bocca con acqua: la capsaicina √® insolubile in questo liquido. Tuttavia, si dissolve nel grasso. Un rimedio √® ingerire una sostanza grassa o una sostanza di base caseina. Il latte rimane la sostanza pi√Ļ efficace, ma il gelato o il formaggio sono altrettanto buoni.

Come prodotto grasso, l’avocado √® un ottimo complemento al peperoncino. Considerato a lungo un prodotto di lusso in Europa, l’avocado aveva una reputazione diversa nel continente americano, dove per un po’ √® stato soprannominato il burro dei poveri.

L’origine della parola “avocado”

La parola ‚Äúavocado‚ÄĚ deriva dallo spagnolo ‚Äúaguacate‚ÄĚ, che deriva dal termine di origine indiana Nahuatl (azteco) ahuacatl che significa testicolo. Si pensa che questo sia in riferimento alla forma dell’avocado o al fatto che gli Aztechi consideravano l’avocado dotato di qualit√† afrodisiache.

Ecco perch√© il nome inglese moderno deriva da una deformazione inglese dello spagnolo aguacate come avogato. Si ritiene che questa parola inglese sia apparsa per la prima volta nel 1697 come ‚Äúavogato pear‚ÄĚ, poi trasformata in ‚Äúalligator pear‚ÄĚ poich√© il mondo ‚Äúavogato‚ÄĚ suonava simile a ‚Äúadvocate‚ÄĚ e molte lingue reinterpretate per avere detto significato.

In America centrale e nei paesi caraibici di lingua spagnola √® conosciuto con il nome messicano (aguacate), ma nel resto del Sud America va con il termine di derivazione quechua ‚Äúpalta‚ÄĚ.

In portoghese si chiama ‚Äúabacate‚ÄĚ. Nel Regno Unito, il termine “avocado pera” √® ancora a volte utilizzato in modo improprio.

√ą noto come “frutta del burro” in alcune parti dell’India.

SalvaStampa salvata

Feroce d’Avocat

Feroce d’Avocat √® una specialit√† tradizionale dell’India occidentale francese a base di baccal√†, avocado e manioca.

Tempo di preparazione15 min

Tempo di cottura10 min

Tempo totale25 min

Portata: Antipasto

Cucina: caraibica, indiana occidentale

Porzioni: 6 persone

Autore: Vera Abitbol

ingredienti

  • ¬Ĺ libbra di baccal√†, dissalato
  • 1 avocado maturo grande (circa 500 g o 2 avocado medi)
  • ¬Ĺ libbra di farina di tapioca (farina di manioca)
  • 3 scalogni
  • 2 peperoncini dell’India occidentale (peperoni haba√Īero)
  • 3 spicchi d’aglio, schiacciati
  • ¬Ĺ mazzetto di prezzemolo
  • 3 cucchiai di olio di semi di girasole
  • Succo di 1 lime
  • Pepe
  • Sale

Istruzioni

  • In una pentola coprite il baccal√† con l’acqua e portate a bollore.

  • Scolare il merluzzo e scolarlo subito.

  • Tagliate a met√† l’avocado, privatelo della polpa e tagliatelo a pezzi grossi.

  • Irrorate la polpa dell’avocado con il succo di lime per evitare che si annerisca.

  • Metti il ‚Äč‚Äčprezzemolo nella ciotola di un robot da cucina e trita finemente.

  • Quindi aggiungere l’avocado, il merluzzo, l’aglio, un pezzetto di peperoncino e l’erba cipollina. Mescolare.

  • Aggiungere la farina di manioca e l’olio continuando a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.

  • Aggiungi sale e pepe

  • Mettere in frigo per un’ora prima di servire.

Appunti

  • Suggerimento per la presentazione: adagiate il composto nel guscio di avocado.
  • Vera √® l’‚ÄĚesperta‚ÄĚ del duo dei 196 gusti. Con oltre 30 anni di esperienza in cucina, ora condivide le sue abilit√† come chef privato e istruttrice di cucina.

    Articoli Correlati

    Back to top button