Atole (Atol de Elote)

Cos’√® atol de elote o atole?

Specialit√† tradizionale dell’Honduras ma anche di Guatemala, Messico, Caraibi ed El Salvador, atole de elote o atol de elote √® una vera delizia che √® allo stesso tempo dolce e confortante, ma anche una traccia del glorioso passato della civilt√† Maya.

Il suo sapore √® davvero unico e squisito. Per i Maya il mais era sacro e veniva consumato in molte cerimonie religiose ma anche nelle case quotidianamente. Veniva quindi utilizzata l’intera pianta di mais, comprese le sue foglie, che servivano per realizzare le casette e alcuni attrezzi. Tolli √® la parola maya per mais.

Secondo lo storico spagnolo Gonzalo Fernández de Oviedo y Valdés, furono gli spagnoli a creare la parola mais esportandola nelle Indie occidentali e in Spagna.

Qual √® l’origine di atole?

Hernan Cortes menziona atole nel suo Lettere di relazione, che descrive come una bevanda molto energetica. Agli spagnoli non piaceva la versione tradizionale e la modificarono secondo i loro gusti. La versione contemporanea di atol de elote ricorda quella preparata dai coloni spagnoli.

I Maya avevano atole come bevanda per la colazione e preparavano anche tamales e tortillas con mais. Il suo nome rimane atol nella lingua nahuatl. Se la modalità di preparazione contemporanea differisce da quella usata dai Maya, alcuni principi rimangono e, soprattutto, il suo ingrediente principale rimane invariato. Il mais fa anche parte di molti dessert come riguasche sono deliziose frittelle di mais.

Al giorno d’oggi, alle quattro in punto, gli honduregni visitano le bancarelle pi√Ļ vicine alla ricerca di un bicchiere di atol de elote e tamales o toast. Alcuni aggiungono la cannella, altri no.

√ą l’ultima bevanda calda e confortante. I bambini si abituano a bere atole de elote a scuola e questa tradizione continua perch√© non √® raro che venga servito un bicchiere di questa bevanda centroamericana nel pomeriggio presso le aziende di Tegucigalpa.

Quali sono le diverse versioni di atole?

Esistono diverse varianti di atole come alcune tra cui vaniglia, cioccolato, fiori d’arancio, anice o caff√® al posto della cannella, ma sono molto pi√Ļ rare e non sono davvero per tutti i gusti. A volte il latte viene sostituito dall’acqua, come facevano i Maya.

Inoltre non √® raro trovare puree di frutta di ogni tipo (guava, ananas, mora, prugna, mango, cocco, noci e persino formaggio) come base per l’atol ma queste non hanno nulla a che fare con la versione tradizionale in cui il mais d√† un gusto cos√¨ unico.

Con la presenza del cioccolato, questa bevanda prende poi il nome di champurrado. I messicani chiamano questa bevanda chiliatole e bevilo con peperoncino, epazote e talvolta anche carne.

Atol de elote √® una bevanda piuttosto densa perch√© il mais rende il latte piuttosto denso. A volte √® necessario un cucchiaio per assaggiarlo. Le versioni pi√Ļ tradizionali sono servite in una ciotola di calabash essiccata.

Di solito, la bevanda tradizionale viene addolcita con piloncillo, residuo solido non raffinato del succo di canna da zucchero. Solitamente viene sostituito dallo zucchero o dal miele il cui gusto √® apprezzato da molti. In Messico, l’atole viene utilizzato anche per preparare un’altra bevanda tradizionale chiamata chilato, che dovrebbe essere la bevanda preferita degli dei. Per farlo, aggiungono il cioccolato, uno dei cibi preferiti dai messicani.

Molti proverbi del mondo di lingua spagnola menzionano atol, ad esempio: “Dare atol con il dito” significa ingannare o frodare. “Avere atol nelle vene” definisce qualcuno che non reagisce in modo naturale a determinate situazioni.

SalvaStampa salvata

Atollo di Elote

Atol de elote è una deliziosa bevanda dolce a base di mais. Una creazione della civiltà Maya, ora è popolare in America centrale.

Tempo di preparazione25 min

Tempo di cottura10 min

Tempo totale35 min

Corso: Bevande

Cucina: caraibica, guatemalteca, honduregna, messicana, salvadoregna, vegetariana

Porzioni: 6 persone

Autore: Renard Gourmets

Istruzioni

  • Usando un coltello affilato, affetta lungo la pannocchia per rimuovere i chicchi

  • Riserva alcuni chicchi di mais per l’arredamento.

  • Mescolare i restanti chicchi di mais fino a ottenere una purea.

  • Spingere la purea di mais attraverso uno scolapasta in una grande casseruola e scartare eventuali pezzi solidi rimasti nello scolapasta.

  • Aggiungere lo zucchero e il sale.

  • Versare il latte bollente e l’acqua e portare a ebollizione a fuoco medio-alto, mescolando continuamente.

  • Ridurre il fuoco, coprire e cuocere a fuoco lento per 5 minuti o fino a quando non si sar√† leggermente addensato.

  • Mescolare l’amido di mais e ¬Ĺ tazza (100 ml) di acqua fredda e versare nel liquido bollente. Sbattere fino a ottenere una crema.

  • Versare l’atol caldo in tazze o ciotole, cospargere con un po’ di cannella. Cospargere con qualche chicco di mais fresco messo da parte e servire caldo.

  • Guarnire con una stecca di cannella (opzionale).

Esther e Morgan sono i due buongustai dietro Renards Gourmets. Hanno sede a Parigi dove sviluppano ricette a quattro mani e foto culinarie.

Articoli Correlati

Back to top button